Workshop The Last Lamentation

foto Claudia Borgia – performance Valentina Medda, © Borgia/Medda

La rassegna di arti performative Supernova di Rimini e Santarcangelo Festival cercano partecipanti per “The Last Lamentation”, progetto performativo di Valentina Medda che andrà in scena a Rimini sabato 20 aprile 2024 e a Santarcangelo sabato 13 luglio 2024 (a Santarcangelo per due repliche).

“The Last Lamentation” è un rituale funebre per il Mediterraneo, concepito dall’artista come luogo di attesa, sospensione e trapasso, incarnazione di un’assenza – deposito di cadaveri, e cadavere in sé. Ispirata alla tradizione delle lamentazioni funebri comune a tutto il bacino del Mediterraneo, l’opera racconta la diaspora contemporanea attraverso un’ipnotica partitura musicale e coreografica che rielabora i codici rituali in forme minimali e astratte. La potente presenza di 12 donne piangenti, vestite di nero e rivolte al mare, rende tangibile l’assenza dei morti facendone esplodere le voci silenziose in una performance partecipativa pensata come un rito cui partecipare e che guarda al coro come all’unico linguaggio possibile per raccontare una tragedia contemporanea.

CHI CERCHIAMO

Per il progetto “The Last Lamentation” cerchiamo 12 donne (tutte le persone queer, trans o non binarie sono le benvenute) di ogni età, provenienza, background, abilità; non sono necessarie competenze artistiche specifiche. È tuttavia richiesta un’esperienza performativa e possibilmente anche vocalica. Il primo incontro sarà un workshop audizione che si svolgerà dal 3 al 5 marzo presso gli spazi del Teatro Il Lavatoio a Santarcangelo di Romagna dove, in tre giorni di lavoro le partecipanti potranno sperimentare tecniche legate alla creazione del lavoro.

Iscrizioni chiuse 🙂

Le giornate del 20 aprile e 13 luglio sono regolarmente retribuite; per i giorni di workshop sarà sottoscritta un’assicurazione per le partecipanti. Non è previsto alloggio. Il workshop è inteso a numero chiuso; entro il 28 febbraio le persone interessate saranno ricontattate per confermare la partecipazione.

 


 

DISPONIBILITÀ RICHIESTA

3–5 marzo, ore 10:00–18:00: workshop/audizione al Teatro Il Lavatoio di Santarcangelo

6 marzo: prova tecnica con le 12 donne selezionate in location esterna a Santarcangelo

17–18–19 aprile, ore 16:00–20:00: prove presso la Sala Danza del Teatro Galli di Rimini e prova generale in location esterna a Rimini

20 aprile: spettacolo a Rimini (impegno richiesto dalle ore 15:00 a fine spettacolo)

11–12 luglio: prove a Santarcangelo, in orario da definire

13 luglio: spettacolo a Santarcangelo (2 repliche), in orario da definire

 


 

 

THE LAST LAMENTATION / IL PROGETTO
una produzione ZEIT, Sardegna Teatro, Santarcangelo Festival

“The Last Lamentation” di Valentina Medda è un progetto artistico, a cura di Maria Paola Zedda, che indaga la tradizione del pianto rituale nel Mediterraneo, collocandola al centro della riflessione contemporanea. La performance è l’estensione performativa del 2024 del progetto vincitore dell’XI edizione (2022) di Italian Council – programma di promozione internazionale dell’arte italiana della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, cofinanziato dal Programma Creative Europe dell’Unione Europea Stronger Peripheries: A Southern Coalition, Tandem 8 – “Connecting Dots”. L’opera video prodotta grazie al sostegno di Italian Council è destinata alla collezione del Museo MAMbo di Bologna.

BIO

Valentina Medda è un’artista interdisciplinare sarda di base a Bologna. La sua pratica artistica si snoda tra immagine, performance e interventi site-specific, indagando la relazione tra pubblico e privato, corpo e architettura, città e appartenenza sociale. Il suo lavoro è stato esposto in contesti artistici e performativi nazionali e internazionali (tra questi Santarcangelo Festival, AUAWIRLEBEN ad Amburgo, Little Bastard in Norvegia, Mladi Levi a Lubiana). È stata artista in residenza presso il BAR di Beirut, Cité des Arts, Parigi, Flux Factory, NY, Les bains connective, Bruxelles, MaisonVentidue, Bologna. Ha ricevuto, tra gli altri, il Fondo Cimetta per la mobilità artistica, Movin up della Regione Emilia Romagna, IAP Mentorship della NYFA – New York Foundation for Arts e Tina Art PRIZE. Il suo progetto “Cities by Night Across Borders” è stato selezionato tra i 19 vincitori del programma europeo Perform Europe. Nel 2022 è stata vincitrice del progetto Europeo Stronger Peripheries – Southern Coalition (ex-aequo con Chiara Bersani) e dell’11a edizione dell’Italian Council, premio di arte contemporanea della Direzione Generale Contemporanea del Ministero della Cultura.

 

 

 

INDIRIZZO
Teatro Il Lavatoio
via Ruggeri 16, Santarcangelo

INFO
per maggiori informazioni è possibile contattare Paola Granato: callmotus@gmail.com

CREDITS
una produzione ZEIT, Sardegna Teatro, Santarcangelo Festival

Contacts

News

OPEN CALL: "The Last Lamentation" per SUPERNOVA ✦ Fuori ora le nuove date di SUPERNOVA, dal 17 al 21 aprile 2024 ✦ Prendono il via i lavori per Archivio MOTUS e Casa MOTUS ✦